AUTO INQUINANTI, DAL 6 OTTOBRE NUOVO STOP A NAPOLI. ECCO I PARTICOLARI DELL’ORDINANZA COMUNALE

Scatta dal 6 ottobre la nuova ordinanza del comune di Napoli per il miglioramento della qualità dell’aria. Dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 è fatto divieto a tutte le vetture e i veicoli commerciali, Euro 0 ed euro 1, di circolazione su tutto il territorio comunale, comprese le auto d’epoca e storiche.

Dal 6 ottobre al 31 marzo 2022 per le autovetture diesel e i soli veicoli commerciali ad alimentazione diesel di categorie N1, N2 e N3 inferiori o uguali ad Euro 4 e dei motoveicoli e ciclomotori di categoria inferiore o uguale ad Euro 2.

Le limitazioni non riguardano, però alcune strade e cioè la rete autostradale ricadente nel territorio del comune di Napoli, il raccordo A1 Napoli-Roma, il raccordo A3 Napoli-Salerno, la strada regionale ex SS 162, il raccordo viale Fulco di Calabria.



Potranno circolare al contrario, alcune categorie di mezzi: gli autoveicoli che trasportano persone diversamente abili, con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, muniti del tesserino regolarmente rilasciato dalla competente Autorità, nonché i veicoli adibiti al trasporto disabili; i veicoli di servizio delle forze dell’ordine, del servizio autonomo Polizia locale del Comune di Napoli, della Protezione Civile, dei militari, dell’amministrazione della Giustizia riconoscibili da apposito permesso rilasciato dalle Procure o dai Tribunali, e quelli con a bordo Ministri di culto che debbano officiare riti religiosi; gli autoveicoli, i motoveicoli ed i ciclomotori che trasportano gas terapeutici o medicinali.

E ancora, gli autoveicoli ed i bus delle aziende di trasporto pubblico, i taxi ed i bus turistici; gli autoveicoli, purché di portata inferiore a 3,5 tonnellate, adibiti al trasporto di medicinali e/o trasporto di materiale sanitario di uso urgente e indifferibile adeguatamente certificato, nonché al trasporto di valori; i veicoli di servizio dei Consoli di carriera e dei Consoli onorari con targa/contrassegno di riconoscimento; gli autoveicoli a noleggio di portata inferiore a 3,5 tonnellate, i motoveicoli e i ciclomotori a noleggio e gli autoveicoli delle autoscuole per le esercitazioni e per gli esami di guida muniti di apposita scritta “scuola guida”.

Iscriviti per ricevere un'email ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

Notizie simili