ALLO ZOO, L’“ESTINZIONE” DEI DINOSAURI SLITTA A FINE NOVEMBRE

A Fuorigrotta, l’“estinzione” dei dinosauri slitta a fine novembre. Grazie all’incredibile successo riscontrato finora da “Zoorassic Park” allo Zoo di Napoli, in Viale John Fitzgerald Kennedy 76, si è pensato infatti di posticiparne la chiusura.

Un’edizione speciale quella di quest’anno, che vede protagonisti i giganti del passato, ma non solo. Insieme alle interessanti specie, padroni del mondo per una lunga era, più di 20 riproduzioni alcune delle quali animate, sono presenti anche altri rappresentanti dell’epoca preistorica: dal temibile Smilodonte, meglio noto come tigre dai denti a sciabola, al Mammuth passando per diversi uomini primitivi. Un vero e proprio viaggio indietro nel tempo per grandi e piccini, da intraprendere nel parco zoologico napoletano fino al 30 novembre. Un’occasione unica per chi non l’avesse ancora visitato, per tuffarsi in un’esperienza indimenticabile, sospesa tra presente e passato.



Per l’occasione, allo Zoo di Napoli, si potranno così ammirare da vicino, ancora per un po’ e in tutta la loro grandiosità, incredibili dinosauri pronti a interagire al passaggio dei visitatori con movimenti ed effetti sonori da lasciare tutti a bocca aperta.

La sezione dedicata alla preistoria e alla comparsa dell’uomo sulla terra  risponde, invece, alla curiosità dei bambini, che potranno interagire con le guide e i keeper del parco, rendendo le domande un pretesto in più per fornire risposte scientifiche da condividere con tutti.

Biglietto unico (al costo di 15 euro adulti e 10 euro bambini) valido per tutta la giornata fino alle 17 (orario di chiusura invernale per tutti i giorni della settimana), per aver accesso all’intero Parco Zoologico + Parco dei dinosauri.

Iscriviti per ricevere un'email ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

Notizie simili