ALBERO CROLLATO IN VIA GIULIO CESARE: CRONACA DI UNA… CADUTA ANNUNCIATA

Già a febbraio, l’associazione Dekapolis aveva chiesto a chi di competenza la potatura e una verifica sulla sicurezza dell’alto fusto

di Ginevra De Matteis

 

A Fuorigrotta, cronaca di una caduta d’albero… annunciata. Causa il forte vento, che nei giorni scorsi si è abbattuto sulla città, sabato, in via Giulio Cesare, un albero ad alto fusto, già da tempo instabile, è inesorabilmente crollato. E solo per fortuna, non si sono contatti morti o feriti. Eppure le avvisaglie c’erano già da tempo e con gran preoccupazione erano state segnalate a chi di dovere già a febbraio scorso dall’associazione Dekapolis attraverso una e-mail – inviata al Presidente della X Municipalità, all’assessore municipale competente, al Presidente della Commissione municipale e alla responsabile del Servizio Verde della Città-, in cui si chiedeva la potatura e la verifica di sicurezza dell’albero.

“Siamo sempre stati corretti e collaborativi con le istituzioni – si legge sulla pagina Facebook dell’associazione – ma stavolta la misura è colma. Nove mesi fa, con un messaggio via Pec abbiamo segnalato a Comune e Municipalità la pericolosità del grande albero di fitolacca presente in una delle aiuole da noi curate. Nessuna risposta né intervento. Due mesi fa, un primo grosso ramo è caduto, rischiando di ferire qualcuno. E cosa ha fatto il Comune? Si è limitato, su sollecito dei Vigili del Fuoco da noi chiamati e a seguito di una nuova nostra Pec, a rimuovere il ramo caduto e a circondare – in malo modo – l’area con un nastro. Nessun intervento strutturale sulla pianta, nessuna soluzione definitiva. Ed ecco che oggi, alla prima raffica di vento un po’ più intensa, l’intero albero si è sradicato, abbattendosi su marciapiede e carreggiata, rischiando di uccidere qualcuno. Per fortuna nessuno si è fatto male. Ma solo, appunto, per fortuna. Vergogna”.



Iscriviti per ricevere un'email ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

Notizie simili