400 euro al mese per le donne vittima di violenza: ecco il Reddito di libertà

Per la Campania sono stati stanziati 883.874 euro da destinare alle donne vittima di violenza domestica. Lo ha comunicato l’Inps. Si tratta di fondi per il cosiddetto Reddito di libertà che mira a sostentere economicamente le donne che hanno subito violenza e in condizione di povertà. L’obiettivo è renderle economicamente autonome. Il totale del budget della misure è di 9 milioni di euro, sbloccati con il Dpcm del primo giugno 2022. Le domande saranno liquidate in base all’ordine cronologico di arrivo. Le risorse destinate alle regioni e alle province autonome potranno essere ulteriormente integrate da altri fondi propri degli enti locali. Il Reddito di libertà prevede l’erogazione di 400 euro mensili pro capite, pagati in un’unica soluzione. Le destinatarie, nel dettaglio, sono donne con o senza figli, seguite dai centri antiviolenza e dai servizi sociali riconosciuti dalle regioni. Il Reddito di libertà è inoltre esente da tassazione e cumulabile anche con il Reddito di cittadinanza. Pe richiederlo è sufficiente presente domanda collegandosi al sito dell’Inps. Il contributo è destinato anche a cittadine di stato extracomunitario in possesso di regolare permesso di soggiorno, riuugiate politiche o in status di protezione sussidiaria, con età compresa tra i 18 e i 67 anni. Le altre distribuzioni territoriali sono: Abruzzo 193.943 euro, Basilicata 83.418 euro, Calabria 286.873 euro, Emilia Romagna 667.475 euro, Friuli Venezia Giulia 176.204 euro, Lazio 892.474 euro, Liguria 221.590 euro, Lombardia 1.500.597 euro, Marche 223.631 euro, Molise 44.171 euro, Piemonte 634.080 euro, Provincia autonoma di Bolzano 80.322 euro, Provincia autonoma di Trento 81.441 euro, Puglia 606.018 euro, Sardegna 244.519 euro, Sicilia 744.814 euro, Toscana 553.066 euro, Umbria 129.350 euro, Valle d’Aosta 18.656 euro e Veneto 733.485 euro.


Terme di Agnano

Iscriviti per ricevere un'email ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo

Non inviamo spam! Leggi la nostra [link]Informativa sulla privacy[/link] per avere maggiori informazioni.

Notizie simili